Jewish Museum Lecce - Palazzo Taurino

Vai ai contenuti

Menu principale:


COLPO DI SCENA@MUSEO

  • Laboratorio Espressivo Teatrale di GIUSTINA DE IACO, per bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni

  • Da Giovedì 10 gennaio 2019 presso il museo ebraico "Palazzo Taurino"

Il Laboratorio Espressivo Teatrale Colpo di Scena approda a LECCE!

Scarica la locandina

Colpo di Scena è un percorso espressivo teatrale che si snoda attraverso molteplici attività, dal training fisico, al training dell’improvvisazione al training teatrale in senso stretto.

Colpo di Scena è anche lavoro di gruppo, condivisone, riflessione, ricerca empatica.

Colpo di Scena presso Palazzo Taurino - Jewish Museum, è anche storia: ricerca storica, ricerca umana attraverso l’esperienza teatrale.


Colpo di Scena si fa memoria attraverso il corpo dell’attore, attraverso la memoria sensoriale ed emotiva dello stesso. In questo esercizio, proponiamo un esperimento di concentrazione ed astrazione, di creazione, di improvvisazione di gruppo, perché più anime si fondano e confondano pur partendo dalla loro individualità; la ricerca fisica corrisponde ad una ricerca spirituale; l’andatura frenetica, il ritmo sincopato, la stasi corrispondono ad equivalenti stati d’animo. Attraverso il corpo per arrivare al cuore, alla mente e alla memoria. Questo è un tipo di training avanzato, a cui si arriva progressivamente.

Colpo di Scena è consapevolezza, crescita, conoscenza.

Colpo di Scena nasce cinque anni fa da un’idea di Giustina De Iaco, attrice, regista teatrale e acting coach, in collaborazione con l’associazione culturale Teatro dell’Argo. Colpo di Scena si rivolge a bambini e ragazzi dai 6 ai 18 anni ed è declinato in metodologie didattiche adeguate all’età.

L’attività laboratoriale sarà ospitata all’interno di Palazzo Taurino – Medieval Jewish Lecce con cadenza settimanale per una durata complessiva di 70 ore; al termine di essa gli studenti coinvolti porteranno in scena un saggio di chiusura lavori nella splendida cornice di Piazza Santa Croce a Lecce!

Colpo di Scena, nel corso degli anni, ha prodotto numerosi spettacoli:
  • per i più piccoli: Pinocchio (di G. De Iaco, da C. Collodi), I Vestiti Nuovi dell’Imperatrice (da H.C. Andersen e G. Rodari), Visita di Condoglianze (di A. Campanile)
  • per i più grandi: Nerone di Ettore Petrolini (di G. De Iaco), L’Importanza di Essere Liberi (adattamento di G. De Iaco de L’importanza di Chiamarsi Ernesto di O. Wilde), Ombre (di G. De Iaco dall’opera di W. Shakespeare), Studi Associati (da tre atti unici di Eduardo, Peppino e Titina De Filippo), I Care – Don Milani 1954/1968 (di G. De Iaco), Uno Studio su 6 Personaggi in Cerca d’Autore (di G. De Iaco tratto da L. Pirandello).

Colpo di Scena prepara inoltre i ragazzi anche nella recitazione cinematografica; nel corso dell’ultimo anno, alcuni allievi hanno avuto l’opportunità di vivere l’esperienzam di set cinematografici con professionisti del settore. Da ultimo, alcune allieve attrici di Colpo di Scena sono state selezionate da casting director, come protagoniste per videoclip promozionali di romanzi; un’altra allieva ha recitato in un cortometraggio, guadagnando una nomination come miglior attrice non protagonista al Prisma Film Award di Roma, e nel videoclip di Fino all’Imbrunire dei Negramaro.

Guidati ed assistiti da Giustina De Iaco, gli allievi di Colpo di Scena tenteranno di cogliere se stessi, attraverso il gioco teatrale, in una dimensione di “individui” seguendo un percorso di Teatro Individuazione; verranno posti cioè di fronte a capacità a loro ignote in modo che le loro proprie potenzialità espressive si sblocchino nella finzione teatrale. Tale metodo di lavoro non è rivolto ad attori; impegna solo ogni ragazzo ed ogni ragazza ad essere un “personaggio” più ricco e complesso, per esserlo poi nella vita. La scelta del teatro come mezzo espressivo di confronto/scontro tra gli allievi e il mondo circostante, con le sue differenze culturali, sociologiche, ambientali, trova la sua giustificazione nel fatto che nella rappresentazione teatrale coesistono quasi tutte le forme di espressione: la letteratura, la dialettica e l’uso del corpo, la musica ed il canto, il gesto e il movimento.

Palazzo Taurino – Medieval Jewish Lecce si rivela dunque la sede ideale per ospitare il Laboratorio Espressivo Teatrale Colpo di Scena. Il sito su cui sorge il Museo ebraico di Lecce “Palazzo Taurino” è il fulcro dell’antico quartiere ebraico, in quanto vi sorgeva la sinagoga. L’attuale edificio, sito tra Vico della Saponea e Via Umberto I, è pregevole per la sua architettura e per la sua storia. Oggi i sotterranei di Palazzo Taurino fanno parte di un percorso storico fruibile dal visitatore. La realizzazione della mostra permanente è stata resa possibile soprattutto grazie al contributo del Prof. Fabrizio Lelli, docente di lingua e letteratura ebraica presso l’Università del Salento e Direttore del museo. Il Museo ebraico di Lecce si caratterizza come un luogo di incontro, di cultura e di dialogo e si propone come punto di riferimento per scoprire le tradizioni, la storia della comunità ebraica vissuta a Lecce nel tardo Medioevo, ma soprattutto per valorizzarne il patrimonio culturale, ricostruendo uno dei tasselli di quel mosaico di culture e tradizioni della Lecce medievale, ancora sconosciuta, e restituendo l’originario prestigio al luogo simbolo della giudecca medievale. Il museo si propone anche come mezzo per sviluppare i valori della solidarietà umana, della tolleranza e dell’accoglienza in un’ottica di dialogo e rispetto reciproco.

I corsi inizieranno GIOVEDI 10 GENNAIO! Sono aperte le iscrizioni!

OPEN DAY di COLPO DI SCENA @ MUSEO il 16 DICEMBRE ore 11.00

Vi aspettiamo!

INFO E PRENOTAZIONI:
Teatro dell'Argo
3406065935 - teatrodellargo.info@gmail.com

Palazzo Taurino
3289482091- info@palazzotaurino.com

Via Umberto I n° 9 - 73100 Lecce (LE)
+39 0832 247016
info@palazzotaurino.com
(Università del Salento)
Direttore: Prof. Fabrizio Lelli
MUSEO PERSONE' SAS - P.IVA 04772910750
Torna ai contenuti | Torna al menu